A casa io voglio tornare…

Gen 27th, 2016 | By | Category: Notizie

 

di Nicola Pignataro


Capitàno che hai negli occhi/il tuo nobile destino/pensi mai al marinaio/a cui manca pane e vino…..quando il fidato e incrollabile attore Franco De Giglio ha canticchiato questa celebre canzone mi sono sentito come Ulisse che non riesce a sbarcare ad Itaca con i suoi marinai superstiti e si sente in colpa, ma purtroppo è costantemente ostacolato da un Dio tenace. Ormai sono 24 mesi che cerco in tutti i modi di tornare a casa in via Pietrocola e ho ancora la sensazione di navigare in una tempesta.


Pignataro Nicola Avevo annunciato Urbi et orbi l’apertura del Teatro Purgatorio il 29 gennaio, ma a metà gennaio sono stato ricacciato in mare aperto; servono ancora tanti documenti, oltre ai troppi già prodotti. Quanti siano con precisione non si sa, perché in Italia la Legge è fecondissima di certificati che a loro volta figliano miracolosamente. Però, non possiamo lamentarci della nostra laboriosa burocrazia; certamente è più facile aprire un teatro a Bari che un sexy shop in Cina, se vogliamo.


Ora, se ricordo bene, in un mitico sceneggiato RAI (soggetto di Omero, musiche di Carlo Rustichelli) l’astuto Ulisse (Bekim Fehmiu) fece incazzare Poseidone per aver accecato il figlio Polifemo e quindi subì a giusta ragione l’ira del dio del Mare; ma io non ho tolto la vista a nessun parente dei signori dell’Olimpo, anzi vorrei che i pompieri e i funzionari del comune avessero una vista da lince. Ma penso che rimuginando tanti preoccupanti pensieri non mi salverò dai flutti che mi fanno ondeggiare.


Invece è necessario dir questo ai giornalisti, ai comunicatori e ai cittadini che seguono la nostra carriera da sempre: ho percorso un lungo cammino con la mia compagnia; cercando la terra promessa finalmente stiamo utilizzando quella che i marinai greci chiamavano la seconda navigazione (dopo la prima che sfruttava il vento), cioè la navigazione a remi. Siamo vicini all’approdo e lo sconforto si sta trasformando in entusiasmo. Il potente Poseidone non potrà più impedire a noi del Purgatorio di ripresentarci sul nostro palcoscenico. E questo ritorno accadrà a fine febbraio, con una grande festa popolare.


Capitàno che risolvi/con l’astuzia ogni avventura/ti ricordi di un attore/che ogni volta ha più paura…così si è messo a cantare il mio solista Giuliano Ciliberti e a lui ho sorriso, senza poter confessare che questa volta è stata mia la paura più grande: ‘Colino’ non può essere Ulisse, figlio di un re argonauta; mio padre faceva il camionista e tutto quel che possiedo, me lo son fatto senza protezioni, né raccomandazioni. Vi aspetto tutti a fine Febbraio nel mitico Teatro Purgatorio di Bari.
Cordialmente, Nicola Pignataro

APERTURA DEL PURGATORIO: Rimandata dal 29 gennaio a fine Febbraio.

 

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.